mostra menu
Nascondi la pagina per vedere interamente la slideshow fotografica
Diomedee
Diomedee
Diomedee

Diomedee

Tra mito e realtà

La calonectris diomedea (berta maggiore), da sempre il simbolo delle Tremiti, è un uccello acquatico marino che deve il suo nome alla somiglianza con gli albatross (diomedeidi) pur essendo molto più piccola.

Una diomedea adulta può raggiungere i 50 cm di lunghezza per 600 grammi di peso, con un’apertura alare di ben un metro.

Trascorre gran parte della propria vita in mare aperto e torna sulla terraferma solo per nidificare, depone un solo uovo una volta l’anno che covano entrambi i genitori alternando la cova con la battuta di pesca. Anche durante l’allevamento dei pulcini, gli adulti di diomedea percorrono ogni giorno lunghissimi viaggi per cercare il cibo, coprendo anche la distanza tra le Tremiti e la Croazia.

Sebbene è un animale diffuso in tutto il mediterraneo, sceglie per la cova le piccole isole, rendendo Le Tremiti una delle colonie di questi eleganti volatili tra le più importanti in Italia

Il canto così simile al pianto di un neonato ha ispirato leggende e poemi nei millenni di storia dell’arcipelago.

La Leggenda di Diomede

Fu il valoroso eroe dell’Iliade Diomede a creare, gettando dei ciottoli in mare, le Isole Tremiti luogo in cui si ritirò con i suoi compagni e trovò la morte. Venere per compassione verso il dolore dei suoi seguaci li trasformò in uccelli, le Diomedee, perch facessero la guardia al sepolcro del loro re.

Ancora oggi, continuano a piangere affranti la scomparsa del loro condottiero, di notte, nei pressi della parete rocciosa che sovrasta la Grotta del Bue Marino è possibile ascoltare il loro canto.
indirizzo Via B.G. da Foligno 6, San Domino, Isole Tremiti (FG) telefono 3493956021 mail info@isoletremitiappartamenti.it facebook facebook